Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Pubblicando su Facebook il famigerato articolo sui più deliranti titoli italiani anni settanta, un gentile lettore mi segnalava come nel genere western italico (e non) ci fossero chicche assolutamente degne di essere analizzate. Eccoci dunque qui, stavolta non vi aspettiate che li abbia visti perché non ho lo stomaco, ma cercherò di scrivere battute idiote comunque. Noterete agilmente che, addentrandosi negli anni settanta, la deriva si fa sempre più delirante nella ricerca spasmodica di qualche titolo che potesse colpire lo spettatore. Via!


1968


GIURO’… E LI UCCISE AD UNO AD UNO… PILUK IL TIMIDO
piluk
Quel che mi piace qui è l’aver dovuto specificare non solo parte della trama, ma anche nome e soprannome del protagonista, così per non fa mancare nessuna informazione utile allo spettatore, anticipando quella che sarà la mania di tutti i titoli del genere. Vi immaginate ogni film così? Negò… e li prese ad asciate senza ucciderli… Jack Torrance il pazzo al posto del ben più inutile Shining. Ah che ci siamo persi!

ANCHE NEL WEST C’ERA UNA VOLTA DIO
Winchester2
Capisco vagamente le intenzioni del titolo, immagino specificare la mancanza di misericordia nell’antico far west, ma reso così sembra il titolo di una biografia non autorizzata di Ligabue. Erano proprio altri tempi comunque, in un paese cattolico non si possono passare titoli che lo nominano invano, cribbio!

I TRE CHE SCONVOLSERO IL WEST – VADO, VEDO E SPARO
288px-Vado-vedo-e-sparo-img-1
Questo valeva la pena citarlo perché la trovata del titolo alternativo pare uscita da tempi ben più recenti che il 1968, provando ancora una volta – se mai ce ne fosse stato bisogno – che la tendenza a rifilare titoli idioti in Italia non è certo cosa degli ultimi anni.

1969


QUEI DISPERATI CHE PUZZANO DI SUDORE E DI MORTE
BulletForSandoval_databasePage
E fateve na doccia, che schifo!

1970


UNA NUVOLA DI POLVERE… UN GRIDO DI MORTE… ARRIVA SARTANA
ArrivaSartana_DatabasePage
La serie di Sartana è un tripudio di titoli lunghissimi e imbecilli, qui pare direttamente che abbiano voluto rendere la sigla di un cartone animato direttamente nel poster, peccato abbiano mancato la rima. Potevano chiamare Nico Fidenco con: la faccia nel vento, il ferro nel braccio, ti guardi intorno con gli occhi di ghiaccio…

INGINOCCHIATI STRANIERO… …I CADAVERI NON FANNO OMBRA!
300px-I_cadaveri_non_fanno_ombra_database_page
Qui non ho davvero idea di cosa esattamente volessero rendere, a parte i sei puntini di fila, più che una minaccia sembra un consiglio per ripararsi dal sole.

1971


TESTA T’AMMAZZO, CROCE… SEI MORTO MI CHIAMANO ALLELUJA
TheyCallMeHalleluja_DatabasePage
Il western all’italiana non poteva funzionare senza specificare a tutti i costi il nome del pistolero spietato di turno nel titolo. Magari quel che era meno necessario era la specificazione sardonica del giochetto della moneta, ma oh, il poster andava pure riempito eh.

LA MIA COLT TI CERCA… QUATTRO CERI TI ATTENDONO
colt.PNG
Sono incuriosito dalla scelta numerica dei ceri, chissà perché proprio quattro visto che la ricerca è rivolta a una persona singola (“ti”). Un cero ti attende non era abbastanza minaccioso ed evocativo?

1972


DOMANI PASSO A SALUTARE LA TUA VEDOVA… PAROLA DI EPIDEMIA
51Z-GfWouXL._SY445_
Dopo Sartana e Alleluja, abbiamo pure Epidemia. No, Carestia aveva da fare e passerà per un caffè dopo cena. Notare che “domani” passerà a salutare la vedova, non un giorno a caso; speriamo non prenda appuntamenti la poverina.

LO AMMAZZO’ COME UN CANE… MA LUI RIDEVA ANCORALo_Ammazzo _Come_Cane_(1972)
E’ una storia di zombie? No, non penso proprio, stranamente questa volta il buon titolista non ci fa sapere chi è stato ad ammazzare né fa intimazioni particolari. Un western sobrio, per tempi più civilizzati.

IL MIO NOME E’ SCOPONE E FACCIO SEMPRE CAPPOTTO
325px-Dallas
Un titolo che ormai si perde nella nebbia dei tempi, “fare cappotto” mi pare sia un’espressione alquanto in disuso o perlomeno son passati circa quindici anni dall’ultima volta che l’ho sentita. Per chi fosse più giovincello, significa vincere clamorosamente, quindi tra “Scopone” e quello, immagino che il rimando sia al vincere a carte piuttosto che alla consumazione di rapporti sessuali. Perlomeno così spero.

LA VITA, A VOLTE, E’ MOLTO DURA, VERO PROVVIDENZA?
VeroProvidenza_DatabasePage
Nonostante il titolo sia identico in tutte le nazioni in cui sia uscito il film, mi piace la cura della punteggiatura in quello nostrano. Specie perché sarebbe bastato un mero “la vita è dura, vero Provvidenza?” che suonava anche meglio. Vabbè dai, +1 per l’impegno.

IL WEST TI VA STRETTO, AMICO… E’ ARRIVATO ALLELUJA
Locandina_Il_West_ti_va_stretto,_amico..._è_arrivato_Alleluja.PNG
Riecco il nostro amico Alleluja, che forse dovrebbe esser “tornato” più che arrivato, ma c’era una tale confusione con i personaggi e le diverse distribuzioni che non escludo possa trattarsi di una svista giustificabile. Mi piace poi che un personaggio di questi film si potrebbe riferire al luogo dove vive come “il west”. “Oh ma dove siamo?” “Mah, mi pare nel west”.

MONTA IN SELLA!! FIGLIO DI….
MontaInSella_DatabasePage
Ben quattro puntini finali per inaugurare quel classico filone dei titoli nostrani delle parolacce nascoste o appena accennate, penso a tutti verrà in mente una famigerata scena di Sergio Leone.


Non pensavo di trovare così tanto materiale da rendere necessaria una seconda parte, ma così è stato, preparate gli stomaci!

IlGerliotti

 

 

 

 

Annunci